il portale dell'ornitologia Toscana
 
Sistema Informativo Geografico per la Cronaca Ornitologica Toscana
Emiliano Arcamone, Luca Puglisi, Maurizio Tiengo

Ottobre 2006

Introduzione

Il progetto denominato Cronaca Ornitologica Toscana è attivo da diversi anni con il fine di raccogliere, organizzare e sintetizzare dati sugli uccelli rari presenti nella nostra regione. I dati sono raccolti su tutto il territorio regionale ed in ogni momento dell'anno da soci del COT ed altri collaboratori.

Negli anni passati tali dati venivano trasmessi su carta ai coordinatori regionali, che hanno prodotto ad intervalli di tempo, più o meno regolari, utilizzando un foglio elettronico e realizzando, con notevole dispendio di energie, una georeferenziazione indiretta e/o differita dei dati raccolti.

Nel 2004 è stato sviluppato un sistema informatizzato mirato a fornire i dati già georeferenziati alla fonte e ad ampliare le specie considerate, includendo l'intera avifauna toscana. Ogni rilevatore può ora inserire le proprie osservazioni, complete di coordinate geografiche, sul proprio personal computer, inviarle ad una banca dati centralizzata e al tempo spesso compiere delle elaborazioni sui propri dati. Questa modalità ottiene il duplice obiettivo di fornire degli strumenti di raccolta ed analisi dei dati al singolo rilevatore e di consentire all'associazione di potenziare la propria banca dati, favorendo l'acquisizione di un numero elevatissimo di dati che non necessitano di alcuna manipolazione. Questi dati integrano quelli raccolti nel corso di progetti specifici, svolti secondo procedure rigidamente pianificate che necessariamente riguardano solo alcune fasi del ciclo biologico (es, la nidificazione), consentendo di acquisire importantissime informazioni utili per definire ad esempio gli areali distributivi, le rotte di migrazione o la consistenza delle popolazioni di uccelli toscane.

Metodologia di costruzione

Grazie alla disponibilità della Cartografia Tecnica Regionale 1:10.000 sul sito della Regione Toscana in formato DWF, è stato realizzato un programma che ne consente un'agevole consultazione. Tale programma denominato AT10K (Atlante Toscano 1:10.000) costituisce un'interfaccia utente muti-finestra (multi-foglio-CTR) che offre la possibilità al singolo rilevatore di studiare preventivamente un'uscita sul campo, per poi ricostruire e trovare le coordinate dei punti d'avvistamento con notevole precisione anche in mancanza di un dispositivo GPS personale.

Successivamente il singolo rilevatore inserisce i dati raccolti tramite un programma di data-entry denominato Cronaca in una base di dati curandone direttamente la georeferenziazione, sempre utilizzando AT10K. Periodicamente tali dati personali possono venire inviati in formato elettronico alla banca dati del COT che così si arricchisce continuamente di informazioni provenienti dall'intero territorio regionale. Il singolo rilevatore può utilizzare un ulteriore strumento informatico, CronacaStat, che permette con modalità immediata (user friendly) le usuali analisi dei dati in campo ornitologico quali Check-list, Fenologia (distribuzione nel tempo) e Corologia (distribuzione nello spazio). Una volta ricevuti i dati dai singoli rilevatori, l'afferenza nella banca dati del COT avviene utilizzando altri strumenti informatici costruiti ad-hoc per automatizzare la procedura di acquisizione ed i relativi controlli di consistenza dei dati.

Sintesi del progetto

Il progetto consiste nel fornire strumenti informatici perché i dati ornitologici raccolti dai soci al di fuori di progetti strettamente pianificati, siano archiviati in una base di dati georeferenziata personale di ogni rilevatore e successivamente conferiti nella banca dati dell'associazione.

Raccolti i requisiti e valutate le possibilità attuali della maggior parte dei rilevatori di poter accedere ad un personal computer, sono stati realizzati i programmi sia per i singoli rilevatori che per il coordinamento regionale.

In attesa dei primi dati è stata ricostruito l'intero archivio storico frutto del lavoro pregresso con metodologie più tradizionali in modo da rendere omogenea la base di dati.

Dopo una fase di collaudo (beta-test) sono state apportate alcune modifiche migliorative ed infine il progetto è entrato in una fase di esercizio.

Risultati attesi e valutazione

Il sistema sta rispettando le aspettative e gli obiettivi prefissati: ottenere dati ornitologici georeferenziati il più accuratamente e nel più breve tempo possibile. Sono stati raccolti 69490 dati - di cui 47636 dell'archivio storico e 21854 di nuova acquisizione - relativi a 354 specie, coprendo 14 anni ed oltre 2000 località.

Risorse impegnate

Al progetto hanno contribuito persone con diverse competenze professionali: ornitologi, esperti GIS ed un programmatore.

Il progetto ha in parte beneficiato di un finanziamento concesso dalla Regione Toscana per l'esecuzione di indagini sull'avifauna regionale, ed ha goduto di risorse strumentali prestate dai vari soci e/o acquisite ad-hoc.

Tutti i programmi sopra citati sono stati realizzati per sistemi MS-Windows 32bit utilizzando come strumento di sviluppo Borland Delphi, mentre le basi di dati sono state memorizzate su file MDB utilizzando il motore database MS-JetEngine4. In particolare il programma AT10K utilizza l'ActiveX Autodesk Whip4 come componente per la visualizzazione dei fogli CTR in formato DWF.

Considerazioni conclusive ed eventuali fasi ulteriori

Il successo del progetto ne suggerisce sviluppi ulteriori. Un primo passo sarà produrre un interfaccia utente web per l'inserimento on-line delle osservazioni, direttamente sul sito web dell'associazione. Questo consentirà anche ai rilevatori occasionali o che non intendono crearsi un proprio archivio personale, di contribuire alla banca dati dell'associazione.

Inoltre il programma Cronaca potrà evolversi in un vero e proprio Taccuino Elettronico su sistemi palmari muniti di dispositivo GPS integrato, che potrà evitare del tutto la fase di inserimento dei dati.

 

 
COT-CentrOrnitologicoToscano | CP470 - 57100 Livorno | P.IVA 01356080497