il portale dell'ornitologia Toscana
 
Atlante S.Rossore
Atlante del Parco di Migliarino S.Rossore Massaciuccoli
Luca Puglisi ed Emiliano Arcamone  direttore@centrornitologicotoscano.org
 
Questo progetto è stato svolto per conto dell'Ente Parco Naturale Regionale con lo scopo di fornire un quadro della distribuzione e dell'abbondanza dei contingenti di uccelli svernanti e nidificanti nel Parco.

Il lavoro di campo si è svolto tra il dicembre 2001 ed il giugno 2003, coprendo quindi due stagioni invernali ed altrettante riproduttive.
 
Il territorio del Parco è stato suddiviso in maglie di 2 km di lato e la metodologia di rilevamento, messa a punto dal primo coordinatore del progetto, Guido Tellini Florenzano, prevedeva di effettuare un conteggio di tutti gli uccelli incontrati nel corso di un'ora complessiva di rilevamento all'interno di ciascuna maglia. I singoli rilevatori potevano decidere, quindi, di effettuare rilevamenti puntiformi o lungo transetti, purché di durata complessiva di un'ora. A quelli così ottenuti era poi possibile unire dati integrativi, raccolti senza alcun limite di tempo.

Bisogna poi ringraziare anche coloro che hanno preso parte ai censimenti degli acquatici svernanti nel Parco, i cui risultati sono confluiti nell'archivio di questo progetto, ed inoltre, in maniera speciale, il personale di vigilanza dell'Ente Parco che ha accompagnato molti rilevatori nel corso delle uscite.

Attualmente i dati sono in corso di analisi e la stesura finale dell'atlante dovrebbe essere compiuta entro pochi mesi.
Nell'archivio sono presenti circa 14.000 dati, la maggior parte dei quali riferibili ad uno dei circa 1.000 punti di osservazione all'interno delle 89 maglie che sono stati rilevati con precisione ed inseriti in un archivio georiferito.


In totale sono state rinvenute 178 specie, di cui 125 in periodo di svernamento e 132 in quello riproduttivo. Di queste ultime però 40 sono da ritenersi migratrici o estivanti.

Tra le specie più interessanti troviamo in inverno l'Oca lombardella, l'Aquila di mare e gli Zigoli golarossa, delle nevi e giallo; tra quelle nidificanti, oltre a specie poco comuni a livello regionale o nazionale quali Tarabuso, Colombella, Occhione, Fratino, Calandrella, Salciaiola, Forapaglie castagnolo e Basettino, sono stati rilevati il Tordo bottaccio, la cui inusuale presenza in un'area planiziale ne conferma l'espansione di areale, il Fistione turco e la Bigia grossa. Di queste ultime specie, tuttavia, non sono state raccolte prove certe di nidificazione nel corso del progetto.
 


Le specie più diffuse all'interno del parco sono risultate in periodo di nidificazione la Capinera, la Passera d'Italia ed il Verzellino (presenti nel 79% delle maglie), il Verdone (76%) e la Cornacchia (75%), e durante lo svernamento ancora la Cornacchia (92%), il Fringuello (90%), il Pettirosso (89%), la Passera d'Italia (81%) e la Ballerina bianca (72%).

Da notare che nei mesi invernali anche la Poiana è presente in più del 70% delle maglie mentre l'Airone cenerino ed il Cormorano lo sono in più della metà. Il numero di specie per maglia è stato in media di 29.6 in entrambi i periodi; anche la distribuzione di tale parametro appare sostanzialmente simile in entrambi i periodi.
 


 
 
COT-CentrOrnitologicoToscano | CP470 - 57100 Livorno | P.IVA 01356080497