il portale dell'ornitologia Toscana
 
Banca Dati
L'archivio informatizzato del COT
Linda Colligiani  bancadati@centrornitologicotoscano.org


La Banca Dati è un archivio informatizzato contenente tutti i dati relativi a ricerche, censimenti e altri studi condotti a scala regionale o locale.
L'accesso alla Banca Dati è stabilito da un apposito regolamento approvato dall'Assemblea dei soci.


GLI ARCHIVI DELLA BANCA DATI

La Banca Dati contiene le informazioni raccolte durante numerosi progetti. Tutte le informazioni (ad oggi circa 110.000 dati) sono informatizzate e georiferite, ovvero a ciascun dato è collegata una informazione geografica di tipo numerico. Gli archivi contenuti nella Banca Dati sono:

· Cronaca ornitologica1 (1984-94) Questo archivio contiene i dati pubblicati nelle successive pubblicazioni della "Cronaca Ornitologica", relative alle osservazioni interessanti compiute su tutto il territorio regionale. L'archivio alfanumerico (6125 dati) riguarda 299 specie osservate in 601 località e riporta tutte le informazioni pubblicate.

· Cronaca ornitologica2. Questo archivio sarà a breve consultabile in quanto è ancora in corso di compilazione nella sua prima versione e raccoglie già circa 50.000 dati. Raccoglie dati relativi a tutte le specie dell'avifauna toscana e sarà in continua espansione. I dati, raccolti dai soci nel corso della loro attività di campagna, vengono informatizzati utilizzando il programma di archiviazione Cronaca, che permette il georiferimento accurato delle località di osservazione attraverso l'Atlante Toscano elettronico AT10K.

· Atlante degli uccelli nidificanti e svernanti in Toscana. Questo archivio contiene i dati di base utilizzati per la produzione delle mappe pubblicate nell'Atlante. L'archivio dei nidificanti contiene 52.254 dati (1982-1986) e riguarda 189 specie. L'archivio geografico collegato contiene i limiti delle 286 tavolette IGMI alle quali si riferiscono i dati. L'archivio invernale (36.525 dati; 1985-1991; 227 specie) contiene anche alcune informazioni su Provincia, periodo di rilevamento, altitudine e regime venatorio.

· Censimenti invernali degli uccelli acquatici (CUA). L'archivio contiene 14.539 records relativi a oltre 100 specie di uccelli acquatici o legati alle zone umide, raccolti ogni anno con i censimenti di metà inverno (1984-2004). Questo archivio contiene segnalazioni relative a Gaviiformes, Podicipediformes, Ciconiformes, Anseriformes, Pandion haliaetus, Circus aeruginosus, Circus cyaneus, Aquila clanga, Gruiformes e Charadriiformes. L'archivio geografico contiene le coordinate centrali delle 301 zone umide censite e codificate a livello nazionale dall'INFS. Saranno a breve disponibili i dati aggiornati al 2005.

· Progetto uccelli notturni. Questo progetto, avviato nel 1993, riguarda fenologia e distribuzione di Strigiformes, Caprimulgus europaeus, Burhinus oedicnemus e Luscinia megarhynchos. Il progetto prevedeva la raccolta sia di dati standard, ottenuti utilizzando il play-back, sia di dati occasionali. In totale il Centro ha ricevuto più di 700 schede (1.279 dati); il dettaglio geografico è a livello di Tavoletta IGMI. Nel 2005 il Progetto uccelli notturni è stato sostituito dal progetto MUNTO (Monitoraggio Uccelli Notturni in Toscana), che si propone di studiare andamento e distribuzione in periodo riproduttivo delle specie sopra citate utilizzando un metodo standardizzato di rilevamento per punti in aree predeterminate. I risultati del primo anno di indagine saranno a breve disponibili nella Banca Dati.

· Censimenti dei gracchi sulle Alpi Apuane. Questo progetto, avviato nel 1996, si propone di monitorare le popolazioni di Pyrrhocorax graculus e P. pyrrhocorax localizzate sulla catena apuana. L'archivio alfanumerico contiene anche dati su Circaetus gallicus, Aquila chrysaetos, Falco biarmicus, F. peregrinus e Corvus corax. L'archivio geografico contiene la localizzazione delle 15 località di avvistamento.

· BBS Toscana 1985. Contiene i dati relativi ad alcune specie nidificanti in Toscana nel 1985. Le indagini sono state effettuate secondo il metodo del Breeding Bird Survey (BBS) e i dati sono riportati a livello di Comune.

· Monitoraggio degli uccelli nidificanti in Toscana. Il progetto, avviato nel 2000 nell'ambito di un progetto nazionale e tutt?ora in corso, fornisce dati sulle specie nidificanti in Toscana. I rilievi vengono effettuati utilizzando come base le maglie di 10x10 km, secondo il sistema di coordinate UTM, che vengono visitate in base ad un piano randomizzato; in ciascuna maglia vengono ulteriormente estratte 15 particelle di 1x1 km ove effettuare il rilevamento delgi uccelli. I risultati sono presentati con un dettaglio molto elevato, contenendo la localizzazione esatta dei circa 3.000 punti di rilevamento. L'archivio contiene ad oggi 73.327 record relativi ad oltre l'80% del territorio regionale.


MODALITÀ DI RICHIESTA DEI DATI


Il richiedente deve indirizzare la richiesta al curatore della Banca Dati per e-mail: Linda Colligiani
bancadati@centrornitologicotoscano.org

La richiesta dovrà contenere specifiche su:
· taxon o taxa per i quali si desidera venga effettuata l'interrogazione
· riferimento geografico numerico, in formato da concordare con il curatore, oppure cartaceo
· arco temporale per il quale si desidera venga effettuata l'interrogazione
· richieste specifiche su singoli progetti che si desidera escludere/includere dall'interrogazione.

Alla richiesta farà seguito, in breve tempo, una prima risposta da parte del curatore, nella quale si specificherà il numero indicativo di dati disponibili per la richiesta (e quindi sarà possibile ottenere un'indicazione del rimborso da corrispondere al Centro).

La fornitura dei dati è tuttavia vincolata all'impegno da parte del richiedente di citare in pubblicazioni, rapporti tecnici o esposizioni anche verbali o in altre forme, la Banca Dati del Centro Ornitologico Toscano quale fonte del materiale utilizzato.
Il Centro Ornitologico Toscano si riserva altresì la possibilità di cedere anche in maniera parziale i dati richiesti.

Materiale ottenuto
Se, dopo aver ricevuto la risposta del curatore, il richiedente desidera i dati, la Banca Dati fornirà, in ogni caso:

· Database in formato da concordare con l'utente;
· Tabella di decodifica dei codici dei campi riportati sulla scheda.

Le informazioni riportate corrispondono alla fornitura standard (inviata per posta elettronica), è possibile anche ottenere anche:
· Carta della Toscana (o di parte di essa) con la localizzazione delle segnalazioni in formato cartaceo (dietro rimborso delle spese di produzione e di spedizione).

Ulteriori richieste potranno essere esaminate dal curatore caso per caso. Rimborso Per ogni fornitura di materiale della Banca Dati è richiesto un rimborso spese, composto di una quota fissa e di una variabile secondo la quantità di dati ricavati. Le tariffe applicate sono diverse per i soci COT che richiedano dati per fini scientifici e per i soci che richiedano dati per fini professionali o per i non-soci.

ACCESSO DA PARTE DEI SOCI

L'accesso alla Banca Dati del COT è libero per i soci che vogliano produrre una pubblicazione a nome del COT (si ricorda che la pubblicazione a nome dell'associazione richiede l'apporvazione da parte del Comitato Scientifico).

I soci possono inoltre usufruire di 100 dati gratuiti e di un credito equivalente al numero di dati che abbiano inviato in un formato elettronico compatibile con gli archivi della Banca Dati. Il credito di 100 dati è valido per l'anno solare corrente per i soci in regola con il pagamento della quota associativa.

 
COT-CentrOrnitologicoToscano | CP470 - 57100 Livorno | P.IVA 01356080497